Web Art Gallery
            Fausto Nazer


CRITICA DI JOSÈ VAN ROY DALÌ - Critico d'Arte e Scrittore

Fausto Nazer possiede una personalità pittorica caratterizzata da padronanza della tecnica ed una spiccata sensibilità, doti fondamentali tipiche di un artista di indiscusso talento. Le varie tonalità di luce e colore, l'intensità e la profondità delle sue composizioni rappresentano situazioni del quotidiano, momenti di riflessione che ci regalano sensazioni sempre diverse. Alcune opere ci trasmettono una quiete interiore che ci permette di rigenerarci dalla routine quotidiana, altre invece ci comunicano l'inquietudine dell'anima, regalandoci riflessi di vita e lo stesso mistero che l'avvolge. Ed ecco che riusciamo a diventare parte attiva dell'opera stessa, instaurando un dialogo invisibile con l'artista che l'ha creata. Nazer riporta sulla tela frammenti di emozioni che donano allo scenario rappresentato quel fascino inebriante pronto a catturare la fruizione. La sua ricerca pittorica e un viaggio nell'essere in continua evoluzione, segno di esperienza e particolare intuito.

Josè Van Roy Dalì
Critico d'Arte e Scrittore


CRITICA DELLA DOTT.SSA MARTA LOCK - Scrittrice e Critica d’Arte

Guardare un dipinto di questo incredibile artista piemontese, catapulta l’osservatore dentro la vita quotidiana arricchita dall’emotività di chi sa cogliere quel particolare, quell’attimo emotivo che spesso sfugge nella velocità del vivere. La familiarità delle ambientazioni, che spesso richiamano le atmosfere metropolitane delle città statunitensi, avvolge chi guarda i meravigliosi dipinti portandolo dentro immagini conosciute ma allo stesso tempo nuove, svelate grazie alla capacità di Fausto di svelare quel dettaglio capace di stravolgere la scena al punto che ciò che nella realtà viene fagocitato e nascosto dalle strade e dai palazzi, nei suoi dipinti viene posto in primo piano.
A volte succede nei momenti in cui si è particolarmente leggeri e sereni, di notare un sorriso sconosciuto, uno sguardo complice, un dettaglio che cattura l’attenzione anche se non conosciamo nulla di chi lo sta trasmettendo, ecco, questa luce nella moltitudine si imprime in ogni lavoro di Nazer.
La sua sensibilità artistica viene amplificata e avvolta da un elemento a lui molto caro, la pioggia, che è sempre presente nei paesaggi urbani, come se la fluidità, le gocce lucide, volessero far da cornice, evidenziandole, alle scene e ai personaggi che imprime sulla tela con la maestria di chi ha fatto della pittura figurativa un modo di esprimere quella sensibilità nel sentire, quella passionalità nell’osservare e quella emotività nel descrivere che regalano ai suoi quadri un coinvolgimento totale, raccontando storie senza usare parole, soffi di vita accennati che fanno quasi nascere il desiderio di approfondirli, curiosando, chiedendo, volendo guardare cosa succede dopo il momento immortalato.
In una prima fase sceglie di porre l’accento sulla donna, ritraendola in momenti di riflessione, di raccoglimento nei propri pensieri, tra un prima vissuto e un dopo ancora da vivere, a volte con timore altre con fiducia, poi si apre alla realtà metropolitana facendo diventare le città, gli scorci urbani, contorno e palcoscenico delle storie che il suo occhio desidera narrare.
Inizia da autodidatta il proprio percorso formativo questo talentuoso artista, come spesso succede, avvicinandosi spontaneamente alla pittura figurativa che fa sua in modo eccellente, poi perfeziona la tecnica e le conoscenze attraverso gli studi accademici che lo portano a essere conosciuto e apprezzato sia dal pubblico che dalla critica. Conta al suo attivo molte mostre che lo hanno visto presente non soltanto in realtà italiane, come la personale di Genola, ma anche all’estero: da Londra a Roma, da Bueon Aires a Montecarlo, da Palermo a Malta, i quadri di Nazer si sono aggiudicati diversi premi raccogliendo estimatori da tutto il mondo.

Dott.ssa Marta Lock
Scrittrice, Critica d’Arte



CRITICA DEL DOTT. ALESSANDRO COSTANZA - Critico e Storico dell'Arte

Un brivido attraversa la sua pelle, la pioggia tintinna l’asfalto nella metropoli dei sentimenti provati dall’artista Fausto Nazer. Poetica visione della donna che incarna l’anima dell’umanità in un contesto di colori passionali, gioiosi e talvolta dolcemente tristi, in un turbine infinito di incantevoli composizioni. Un’attenta analisi critica apre un varco nello spazio e nel tempo, per portare lo spettatore in una dimensione bellissima: la dimensione del cuore. Donne che passeggiano, seducenti e mai volgari, delicate e signorili, sotto la pioggia, nelle strade animate dalle auto con le luci accese, nella notte della città metropolitane ,aspettando l’amore, contemplando il paesaggio e l’interiorità, assaporando sulla bocca, attimi di fuggente felicità. Osservando le opere del Maestro Fausto Nazer non si rimane indifferenti alle tonalità accese che assumono le forme dell’anatomia umana, grazie al bilanciamento luce ombra; colori accesi e focosi, in contrapposizione con sfondi improntati sul blu scuro e nero della notte. Sogni vissuti e sentimenti provati, appuntamenti sotto la pioggia, con l’ombrello, passeggiando in attesa del proprio amore, per essere riempiti di baci. E lei ,la grande protagonista delle opere ( la ragazza ritratta in varie opere ) passeggia verso le onde del mare , nella spiaggia, tra le case, in ogni ambito e sotto la pioggia. Un simbolismo che unisce il concetto dell’acqua, fonte rigeneratrice, al valore umano della donna, innamorata, amante, fidanzata, madre che tiene per mano il proprio figlio nel primo giorno di scuola . Strepitosi i paesaggi che il Maestro Fausto Nazer immortala . Attimi di vita quotidiana in città cosi come in campagna; il ritorno a casa, tracce sulla neve, la giovane fanciulla che illumina il proprio ombrello con i raggi focosi della luna, attimi in cui la differenza tra pittura e poesia e davvero sottile e scorgendo l’insieme di ogni opera, ci si ritrova in contesti paragonabili solo ai grandi romanzi d’amore. Ed ecco che la vita quotidiana, ed ogni esperienza della vita, diventa un grande pianoforte visivo, ove ogni pennellata, ogni colore, ogni sfumatura, ogni istante, diventa tangibile realtà ed eccellenza emozionante di un mondo interiore che grida al mondo, la voglia di vivere nonostante tutto, il desiderio di percepire ancora il brivido di una romantica eccitazione . Nelle opere di Fausto Nazer il confine non è accetto, ma solo il fluire di un originale metodo di espressione, che contraddistingue il Suo operato dai toni neo impressionisti da ogni altra realizzazione artistica contemporanea. Una poesia cromatica da vivere in ogni dettaglio.

Dott. Alessandro Costanza
Critico e Storico dell’Arte



CRITICA DI GIOVANNI LONGO - Maestro d'Arte

I colori tenui, in una gamma di tonalità, di accostamenti espressivi di Fausto Nazer, e un’ottima elaborazione del segno grafico nei suoi paesaggi che trasferisce nella tela di cui si nutre di colori, di penetranti ombreggiature, di essenza intimistica. Sono visioni che Fausto Nazer raffigura in una determinata realtà, arricchita dalla sua fantasia che porta il pubblico a gustarsi un’arte pulita, che emoziona.
Un artista da tenere d’occhio.

Giovanni Longo
Maestro d’Arte



I COLORI DELL’ANIMO. DI GIOVANNI CARDONE –Critico’Arte

Quali sono gli stimoli che portano un artista ad aprire una porta verso l’ignoto, quali i percorsi della mente, attraversando foreste letterarie fitte di ombre e ingannevoli precipizi, perché la mano non segue i facili segni dei colori, rifugiandosi in altre oasi e con misurato equilibrio. Il merito di Fausto Nazer è quello di essere all’altezza di una pittura unica, la quale emette una luce al pari di una splendida alba interpretativa il significato intimo di un cromatismo dominato dal colore, sintesi di un “impeto passionale” e una “calma contemplativa” ossia di “pulsioni dall’inconscio” e un “bisogno di trascendenza”. Orbene, tendendo sempre ad andare oltre ogni limite con la propria creatività, l’artista tende a realizzare una particolare sintesi di un’estetica di contenuto e di forma. Fausto Nazer è uno degli artisti più promettenti. La sua pittura di rara fattezza genera nell’animo umano dei sentimenti unici attraverso un linguaggio mutevole e visionario di una spregiudicata maturità artistica. Il merito di quest’artista è di rappresentare le cose attraverso creazioni e momenti che esprimono un amore sincero per la pittura e per l’arte.  Di fronte ai suoi quadri ci rendiamo conto infatti che l’artista è un essere libero e questo ce lo testimonia la sua coscienza che mette in luce nelle sue opere un incantevole fascino per la natura e per la vita.

Giovanni Cardone
Critico d’Arte



CRITICA DEL DOTT. SALVATORE RUSSO - Critico d'Arte

Una figurazione dal carattere metropolitano,quella proposta in queste opere da Fausto Nazer.
Una figurazione che esamina con occhio attento l’agire dell’uomo in un giorno di pioggia. Fausto delinea attraverso uno stilismo segnico molto dotto e una cromia impeccabile la situazione.
Il fulcro della scena è sempre rappresentato da questi uomini e donne che cercano riparo dalla pioggia. L’ambiente in cui la scena viene “costruita” fa riferimento all’Urbus. Una città dal chiaro carattere metropolitano diviene l’ ggetto di studio da parte dell’artista. I colori dalle tinte fredde si legano al giallo dei taxi. Il clima che si respira è quello di una tipica giornata autunnale. La grande forza di Fausto è quella che attraverso le sue narrazioni ci racconta tante storie contemporanee. Le storie sono quelle dei vari personaggi che di volta in volta si trovano sulla scena.
Sembra di trovarsi in quello che Erving Goffman ha più volte definito teatro della vita, teatro in cui la scena ha la stessa importanza di un retroscena tacito e silenzioso.

Dott. Salvatore Russo
Critico d’Arte



CRITICA DEL DOTT. CAV. FLAVIO DE GREGORIO - Critico e Storico dell'Arte

Nel 2012 l’Accademia Santa Sara di Alessandria gli ha conferito il diploma al Merito Artistico. “ Lo sgocciolar dell’acqua, il sintetico tratto che prevade la struttura pittorica creata dall’ artista Fausto Nazer, annovera nella poetica espressività di sillogismi salienti a fondo socio – ambientale; peculiari novità di sintesi capaci di richiamare alla memoria, l’autentica e vissuta dinamica azione quotidiana. La vita frenetica, il desiderare di ricercare il proprio angolo di calma, pone il riguardante a considerare l’aspetto innovativo di una crescente ed improvvisa attenzione volta alla trasfigurazione dell’attimo grazie al quale, ogni persona, colma la giornata di pace e incontri suggestivi desiderosi di attese risposte. Un dipinto quello realizzato dal Nazer, in cui gli aspetti personali all’improvviso si rispecchiano in un sognante attimo rivissuto e catalogato come proprio” .

Dott. Cav. Flavio De Gregorio
Critico e Storico dell’Arte



CRITICA DEL DOTT. SALVATORE RUSSO - Critico d'Arte

Una pittura, quella di Fausto Nazer, le cui argomentazioni visive sfidano il tempo. Una pittura che indaga la frenesia della nostra Società.
Una pittura le cui ambientazioni mostrano uomini e donne instaurare un dialogo segreto con la pioggia. Il grande merito di Fausto è quello di dar forma e colore ad una realtà urbana che seppur conosciamo tutti, passa molto spesso inosservata.
Una realtà dai risvolti concettuali che ci fa capire ancora una volta come il cammino dell’uomo è sempre lastricato di grandi insidie. Fausto Nazer segue canoni estetici tipici del contemporaneo e cura con particolare attenzione le sfumature chiaroscurali.
Il suo modo di interpretare la realtà è del tutto unico. L’Artista rende tangibile il profumo di pioggia, l’odore dei panni bagnati. Le sue pennellate sono cariche di significati celati dietro quegli ombrelli aperti.
Significati che vanno decisamente oltre il narrato. Significati la cui chiara essenza va ricercata nella mente dell’Artista. La sua è una pittura che analizza il vivere quotidiano, e porta con sé la bellezza di un mondo nascosto, un mondo in cui i volti dei soggetti narrati non hanno lineamenti, al fine che chiunque di noi possa identificarsi in loro.
Fausto, arriva così ad elaborare un linguaggio la cui linguistica, ha valenza universale.

Dott. Salvatore Russo
Critico d’Arte



CRITICA DELLA PROF.SSA ANNA FRANCESCA BIONDOLILLO - Critico d'Arte

Fausto Nazer ci seduce con immagini spettacolari, facendo buon uso del suo estro pittorico con potenzialità espressiva e accattivante narrazione emotiva. Il suo figurativo rivela una straordinaria sensibilità artistica per cui la gestualità si accompagna a visioni dal gusto poetico sentimentale. Il tema dominante è quasi sempre la pioggia, che avvolge
uomini e cose inserendoli in una dimensione di reale armonia e legandoli saldamente al felice rapporto del momento pluviale. Nel dipinto s’intravede il buon esito della realizzazione; infatti l’Artista agisce su una sintassi spazio temporale dove l’effetto pioggia è manifesto con una preminenza dal carattere cromatico, evidenziando l’ abilità descrittiva del racconto pittorico.
La suggestiva visione si presenta al fruitore con un meraviglioso impianto scenico dove le emozioni si dilatano sull’asfalto bagnato per il riflesso di luci e colori divenendo il tutto una magica atmosfera.

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo
Critico d’Arte




 
BIOGRAFIA | GALLERY | CRITICA | MOSTRE | CONTATTA L'ARTISTA | WEB ART GALLERY | PITTURA E DINTORNI
      © Copyright | Cookies policy | Privacy | AREA RISERVATA
Valid XHTML 1.0 Transitional    Valid CSS
Copyright © Stilweb - All Rights Reserved | Credits